“Sarai per sempre circondata dalle mie braccia ” Piera e Graziella, una cartolina d’Autore per Venezia.

“You will always be surrounded by my arms” – Piera and Graziella, an Author Postcard to Venice

For this special postcard to Venice from Piera and Graziella Isgrò we would like to quote Pablo Neruda’s lines which say:

“…most of the times a hug
is taking a little piece of yourself
and giving it to someone else
so that they can continue along their path less lonely”

We imagined a hug between two sisters like the eternal hug between the sea and the sky. We pictured Piera and Graziella’s lives affectionately intertwining and we thought of uniting their paths in a postcard where a little piece of Piera’s poem gets closer to her sister’s lines.

piera-postcard-1

Poem by Piera Isgrò dedicated to Venice 2016

Statuary stillness of length
caressed by the flowing of water
in tune with the incessant voice of history
Magical synaesthesias of dematerialized palazzos
Evanescent flashes of color
In atmospheres striated of enchantment
Perceptions of sounds of evaporated substance
reflected in the canals painted of sky
Eternal beauty of time
Lulled on the texture of the sea, fallen asleep in the swinging hug of a gondola.

Piera

Poetic lines by Graziella Isgrò, from “Il Chiodo (Sciascia 1984)”

She draws her body among rocks mermaid
of modern art
still as made of clay
She invents drawings among rocks by diving free style
She dives in fragments of hostile water
She reemerges in crystals of light
I manage to clash with water in circles of liquid
shields I pierce the water rind faded by the moonlight
I understand the foam of the sea in the moment it generates
I understand the foam of the see that I see disappearing.

Graziella

Biographical notes

Graziella Isgrò was born in 1956 and prematurely died in 2006. She published some poem collections: Il Chiodo (Sciascia 1984), L’anidride Mentale (Forum-Quinta Generazione 1987), Psicomelodia (Ed.Leone 2001) Fonodrammi inversi (Ed.del Leone 2002) and can be found in a number of magazines and anthologies. She collaborated to translate poems by Kenneth Slessor and Les Murray.

Piera Isgrò was born in 1963, she is a teacher of humanities, a writer and a painter. She has published poem collections: L’Ossimoro esistenziale (1999), Le ipotenuse del cielo (2001), Stille di luce (2003), Il lago capovolto (2006), Graziel (2009), tales: Nonna raccontami (2012), short stories: Il teorema del semplice in the volume “Il fiore reciso” awarded the Oceano di Carta 2014 prize, Artigiana di bellezza in the volume “Se un giorno dovessi muggire” awarded the Oceano di Carta 2015 prize, L’attentato in the volume “La voce del cuore” awarded the Oceano di Carta 2016 prize. She has reviewed literary works in Literary and in the magazine “La mosca di Milano” and contemporary paintings and photographs as well. She can be found in a number of anthologies.

The main photo for this article is a painting by Piera Isgrò, Oil and Spatula, January 2014 35×25. We like to picture it as an hug between two roses.
This is how we from Italytiamo wanted to thank them.
©italytiamo
Versione Ita it flag

piera-rose-1

“Sarai per sempre circondata dalle mie braccia ” Piera e Graziella, una cartolina d’Autore per Venezia.

In questa cartolina speciale per Venezia da parte di Piera e Graziella Isgrò vorremmo citare qualche verso di Pablo Neruda che dice:

“…il più delle volte un abbraccio
è staccare un pezzettino di sé
per donarlo all’altro
affinché possa continuare il proprio cammino meno solo”

Abbiamo immaginato un abbraccio tra due sorelle come l’abbraccio eterno tra il mare e il cielo, un abbraccio tra due percorsi di vita. Abbiamo cercato di rappresentare questo abbraccio attraverso una cartolina, dove un pezzettino della poesia di Piera si intreccia con i versi della sorella.

piera-cartolina-1

Poesia di Piera Isgrò dedicata a Venezia 2016.

Immobilità statuaria della durata       
accarezzata dallo scorrere dell’acqua,
intonata  dalla voce incessante della storia.
Magiche sinestesie di palazzi
smaterializzati 
Bagliori evanescenti di colore,
in atmosfere screziate  d’incanto.
Percezioni di suoni di evaporata materia   
riflessa nei canali pennellati  di cielo.
Eterna bellezza del tempo
Cullata sulle trame del mare, addormentata nel dondolante abbraccio di una gondola.

Piera   

Versi poetici di Graziella Isgrò tratti da: Il Chiodo, (Sciascia 1984)

Disegna il suo corpo fra i massi sirena
di arte moderna
immobile come impastata di creta
Inventa disegni fra i sassi lanciandosi in libero stile
si tuffa in frantumi di acqua ostile
riemerge in cristalli di luce
Riesco a cozzare con l’acqua in cerchi di liquidi
scudi trafiggo la scorza dell’acqua sbiadita da luce lunare
Capisco la spuma del mare nell’attimo in cui si forma
capisco la spuma del mare che vedo scomparire.

Graziella

Graziella Isgrò e’ nata nel 1956 e prematuramente scomparsa nel 2006. Ha pubblicato alcune raccolte in versi: Il Chiodo (Sciascia 1984), L’anidride Mentale (Forum-Quinta Generazione 1987), Psicomelodia (Ed.Leone 2001), Fonodrammi inversi (Ed.del Leone 2002), Graziella è presente in varie riviste ed antologie. Ha collaborato alla traduzione di poesie di Kenneth Slessor e Les Murray.

Piera Isgrò e’ nata nel 1963, docente di materie letterarie, scrittrice e pittrice. Ha pubblicato le seguenti raccolte in versi: L’Ossimoro Esistenziale (1999) Le Ipotenuse del Cielo (2001) Stille di Luce (2003), ha pubblicato recensioni di opere letterarie in Literary e nella rivista “La mosca di Milano” e ha recensito opere pittoriche e fotografiche contemporanee. Altre sue opere in versi pubblicate: Il Lago Capovolto (2006), Graziel (2009), la sua favola: Nonna raccontami (2012), i suoi racconti brevi, vincitori di concorso OCEANO DI CARTA 2014, 2015 e 2016: Il Teorema del Semplice, inserito nel volume “Il Fiore Reciso”, Artigiana di Bellezza, inserito nel volume “Se un giorno dovessi muggire”, L’Attentato, inserito nel volume ” La voce del cuore”.

La foto principale di questo articolo è un dipinto di Piera Isgrò, Olio e Spatola, del Gennaio 2014, 35×25. Ci piace vederlo come un abbraccio tra due rose.

Questo è il nostro modo per ringraziarle

©italytiamo

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s