The rarest eye-color in Venice

Ca Bembo

What color are your eyes? Blue, brown, grey, green?

It is very likely that green is the rarest eye-color worldwide. It is argued that only 2% of the world’s population has green eyes.

Living Venice is a chromatic experience… What color do you think the city is? Some people believe it’s blue, as its canals, or as its bright sky in the summer. Others find it colorful, as its island Burano, or as its Carnival in the winter. Some might say it’s grey, as its pavement, or as its foggy sky in the autumn. We think that it’s green, especially in the spring. Green as its parks, green as the mix between the yellow of the sun and the blue of the sea.

If you have a look at your Venice map, the first green spot you’ll see will probably be Giardini della Biennale, then Giardini Papadopoli, right next to the bus station Piazzale Roma and Parco delle Rimembranze, on the island of Sant’Elena. However, Venice is much greener than this. Ask Google Map to turn into Earth and zoom here and there. Among all those red roofs, you will notice how much green there actually is. Some green areas are private gardens, some others are open to public. Venice hides plenty of peaceful oasis, they are just unknown to tourists. There are places where the only sound you can hear is this:

Can you believe it?

Secret grey hides incredible green - Entrance to Ca Bembo
Secret grey hides incredible green – Entrance to Ca Bembo

Ca’ Bembo, for example, is a secret haven of rest and it is so well-hidden you might think you are somewhere else but in Venice. In this green area there are wooden benches, tables, chairs and of course, trees and grass all over. If you look carefully, the impressive stone well and San Trovaso bell tower will remind you of where you are.

San Trovaso bell tower from Ca Bembo
San Trovaso bell tower from Ca Bembo

Right next to one of Venice University buildings, this park is where university students go just to relax, enjoy their lunch outdoor, read their books, study or work on their laptops. They often organize demonstrations to protect Venice from mass tourism (have a look at their blog) so if you want to enjoy a peaceful break from the city’s chaotic rhythm and be welcome to Ca’ Bembo, please make sure you embrace their cause: behave as a responsible tourist, travel wisely, respect Venice, its people and the city itself.

Venice is great all year round, however, whichever color or season you prefer, please make sure you keep it green!

(c) copyright http://www.italytiamo.com

cropped-green-view-from-san-giorgio.jpg
Green from San Giorgio Maggiore
it flag
Versione italiana
Ca Bembo
Ca Bembo

A Venezia, tra il colore degli occhi rari

Di che colore sono i tuoi occhi? Blu, marroni, grigi, verdi?

E’ probabile che il verde sia il colore degli occhi più raro. Si dice che solo il 2% della popolazione mondiale abbia gli occhi verdi.

Vivere Venezia è un’esperienza cromatica… Secondo te che di che colore è la città? Si potrebbe pensare sia blu, come i suoi canali e come il colore originale della sua bandiera con il leone dorato, blu come il cielo d’estate. Alcuni la vedono di tutti i colori, come l’isola di Burano, come Arlecchino, come il carnevale d’inverno. Altri penseranno sia grigia, come la sua pavimentazione, o come la nebbia d’autunno. Noi la vediamo verde, soprattutto d’estate. Verde come i suoi parchi e verde come il mescolarsi tra il giallo del sole e l’azzurro del mare.

Ti è mai capitato di dare un occhio alla mappa di Venezia? Se cerchi spazi verdi li vedrai vicino a Piazzale Roma, dove si trovano i Giardini Papadopoli, in corrispondenza della Biennale, e con il Parco delle Rimembranze sull’isola di Sant’Elena. In realtà Venezia è molto più verde di così. Chiedi a Google Maps di trasformarsi in Google Earth e zoomma qua e la’. Tra il rosso dei tetti che predomina a primo impatto, ti accorgerai di quanto verde ci sia. Alcune zone verdi sono giardini privati, altri sono giardini aperti al pubblico. Venezia nasconde molte oasi di pace, sono solo sconosciute ai più, ma sono caratterizzate da un suono che dovrebbe essere noto a chiunque, eccolo:
Da non crederci…
Ingresso a Ca’ Bembo, quando un passaggio segreto grigio porta ad un verde incredibile
Ingresso a Ca’ Bembo, quando un passaggio segreto grigio porta ad un verde incredibile
Ca’ Bembo, per esempio, è un posto quasi segreto, talmente ben nascosto che una volta scoperto si ha la sensazione di non essere più a Venezia. In questo angolino di paradiso ci sono panchine di legno, dei tavoli, delle sedie e ovviamente alberi e un’ampia distesa d’erba. Solo guardandosi attorno attentamente ci si potrà accorgere di essere ancora a Venezia, un pozzo in pietra bianca e il campanile della chiesa di San Trovaso ti ricorderanno di dove ti trovi.
Il campanile di San Trovaso visto da Ca Bembo
Il campanile di San Trovaso visto da Ca Bembo
Affianco ad una delle sedi dell’università di Venezia, Ca’ Bembo è un parco dove gli studenti universitari si ritrovano per rilassarsi, pranzare all’aria aperta, leggersi un libro, studiare o lavorare al pc. Qui vengono spesso organizzate manifestazioni di protesta o ci si impegna per delle cause al fine di proteggere Venezia dalla distruzione, potenzialmente anche causata dal turismo di massa.
Dai un occhio al loro blog. Ci si può prendere una pausa dai ritmi spesso caotici che Venezia può dettare e godersi la pace a Ca’ Bembo ad una condizione: comportarsi responsabilmente, che tu sia un turista in visita per uno o più giorni o solo di passaggio, assicurati di rispettare la città, la sua gente e la bellezza di Venezia.
Venezia è una meraviglia tutto l’anno e qualsiasi sia la tua stagione preferita o il colore che secondo te la rappresenta maggiormente, ricorda: Venezia è orgogliosa di essere verde, contribuisci a mantenerla tale!

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Hours following the sun
%d bloggers like this:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close