I can only see your words – An Author postcard to Venice

Vedo solo le tue parole – I can only see your words

Venice, as described by poet and author Laura Garavaglia, is a chameleon city, it is motionless and melancholy. Venice has to obscure its beauty for a moment and behave like a best friend would do: take a sympathetic step aside and indulgently listen, so that the words of a love promise can be heard.
It is a promise which keeps echoing, to reminds us that if we do not make an effort to change, Venice’s existence will be compromised.

We are honored to present Laura Garavaglia’s personal poem to Venice in our website.
Laura Garavaglia was born in Milan in 1956 and now lives in Como, where she founded and has become president of La Casa della Poesia di Como. She is also a curator of the international poetry festival “Europa in versi” and a member of the jury for the literature prize “A. Fogazzaro“. She has published poetry books: Frammenti di vita, Farfalle e pietre, La simmetria del gheriglio, Correnti ascensionali, Duet of Stars, Numeri e stelle. Her poems have been published in a number of foreign languages and she is in various literary magazines and anthologies. She has been invited to international poetry festivals in Turkey, Romania, Denmark, Germany, Colombia, Japan. She is member of PEN Italian and Swiss Clubs and of World Poetry Movement.

VENICE

It looks like a timeless show:
the palazzos overlooking the canal
petrified faces over the Bridge of Sighs
an ever confusing wave.
Words remain, still.

© Laura Garavaglia, translation by Italytiamo

Italian Version published on the poetry anthology “Venezia: Poesia e Luce” edited by G. Zabotti and S. Stipitvich with works by artist Marco Nereo Rotelli.

(c) copyright http://www.italytiamo.com

it flag  Versione italiana

Vedo solo le tue parole – una cartolina d’Autore per Venezia

E’ una Venezia camaleontica, immobile e malinconica, quella descritta dalla poetessa e scrittrice Laura Garavaglia.

Una Venezia che oscura la propria bellezza, come la miglior amica e complice femminile saprebbe fare, per ascoltare in silenzio le parole di una promessa d’Amore. Una promessa che riecheggia nel tempo, di un dovere comune di cambiare, se non vogliamo che Venezia muoia.

Siamo onorati di ospitare Laura Garavaglia che ci ha omaggiato della sua poesia personale dedicata a Venezia.

Laura Garavaglia, nata a Milano, classe 1956, è socia fondatrice e presidente de La Casa della Poesia di Como, città in cui vive. Curatrice del Festival Internazionale di Poesia “Europa in versi” e membro di giuria del Premio Internazionale di Poesia e Prosa “Europa in versi”, è anche parte della giuria del Premio di Letteratura “A. Fogazzaro”. Ha pubblicato i libri di poesia: Frammenti di vita, Farfalle e pietre, La simmetria del gheriglio, Correnti ascensionali, Duet of Stars, Numeri e stelle. Le sue poesie sono pubblicate in varie lingue e il suo nome compare in numerose riviste letterarie e antologie. È invitata a festival internazionali di poesia, in Turchia, Romania, Danimarca, Germania, Colombia, Giappone. È socia del PEN Club Italiano e della Svizzera e del World Poetry Movement.

VENEZIA

Lo spettacolo sembra sempre uguale:
i palazzi affacciati sul canale
volti di Pietra sul ponte dei Sospiri
l’onda che tutto confonde.
Rimangono, nel tempo, le parole.

© Laura Garavaglia

E’ stata pubblicata sull’antologia poetica “Venezia: Poesia e Luce” a cura di G. Zabotti e S. Stipitvich con opere del’Artista Marco Nereo Rotelli.

(c) copyright http://www.italytiamo.com

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s